martedì 1 marzo 2011

Nicoletta Ceccoli (1973)

Nata nella Repubblica di San Marino, dove vive e lavora (e per cui ha firmato ben tre serie di francobolli: sui diritti dell'infanzia, il Natale e il circo), è diplomata all'Istituto Statale d'Arte di Urbino in cinema d'animazione ma si è sempre dedicata all'illustrazione per l'infanzia, pubblicando per le maggiori case editrici italiane (Mondadori, Fabbri, Fatatrac, San Paolo) e alcune straniere (tra Inghilterra, Taiwan e Svizzera), oltre a traduzioni in Francia, Corea, Messico, Spagna e Stati Uniti.

Ha ricevuto il premio Andersen nel 2001, l'Award of Excellence per il suo inusuale Pinocchio nel 2002 edito dalla Mondadori hanno ricevuto da Communication Art (USA). Ha partecipato a numerose mostre, in Italia e all'estero (Seattle, Toronto, Tokyo e Bratislava tra le altre), tra cui una sua personale alla Dorothy Circus Gallery di Roma lo scorso autunno e da un mese al parigino Le Cube fino a luglio.


Oltre al sito ufficiale e la pagina Facebook, su Internet si trovano schede e profili da più parti. Negli ultimi tempi le sue creature fantastiche (“candidamente inquietanti” secondo Giampaolo Mascheroni, in “un universo delicato a cui accostarsi con riverente cautela, come fosse fatto di ceramica e porcellana”) stanno spopolando nei siti italiani, tra richiami a Lewis Carroll, Piero della Francesca e alcune illustrazioni utilizzate per una collezione di abbigliamento e accessori in edizione limitata nella scorsa primavera/estate di Pepoli.


Non mancano slideshow qua e , l’inaugurazione di Libriamoci 2009 e un’intervista bilingue. Ma il suo mondo straordinario si spalanca soprattutto grazie alle sue illustrazioni...

Nessun commento: